«È il romanzo perfetto. Perfetto è il tono. Perfetta la concertazione. Perfetta la trama. Perfetti i caratteri. Perfetto l’umorismo. Perfetta la malinconia. Perfetta l’anagrafe.»
Antonio D’Orrico, «Corriere della Sera - Magazine»
«Non è tanto la storia, ma come la racconta... usa con bravura estrema le tecniche del romanzo e quelle del giallo.»
Andrea Camilleri,
La piccola fanfara di Bellano,
le aspirazioni e le ambizioni personali
delle autorità e di un musicista dilettante,
gli intrecci e gli intrighi della vita di paese
 
Ad accogliere i viaggiatori che d’estate sbarcano sul molo di Bellano dal traghetto Savoia c’è solo la scalcagnata fanfara guidata dal maestro Zaccaria Vergottini, prima cornetta e direttore. Un organico di otto elementi che fa sfigurare l’intero paese, anche se nel gruppetto svetta il virtuoso del bombardino, Lindo Nasazzi, fresco vedovo alle prese con la giovane e robusta seconda moglie Noemi. Per dare alla città un Corpo Musicale degno di questo nome ci vuole un uomo di polso, un visionario che sappia però districarsi nelle trame e nelle inerzie della politica e della burocrazia, che riesca a mettere d’accordo il podestà Parpaiola, il segretario comunale Fainetti, il segretario della locale sezione del Partito Bongioanni, il parroco e tutti i notabili della zona. Un insieme di imprevedibili circostanze – assai fortunato per alcuni, e invece piuttosto sfortunato per altri – può forse portare verso Bellano il ragionier Onorato Geminazzi, che vive sull’altra sponda del lago, a Menaggio, con la consorte Estenuata e la numerosa prole.
Almeno il cappello racconta la gloriosa avventura del Corpo Musicale Bellanese, le mille difficoltà dell’impresa e la determinazione di chi volle farsene artefice. A ritmo di valzer e mazurca, con il contorno di marcette e inni, Andrea Vitali s’inventa un’altra storia tutta italiana, fatta di furbizie e sogni, ripicche e generosità, pettegolezzi e amori. E la scrive con la passione per l’intrigo, il brio e il buonumore, la verità e la semplicità che servono per farci capire la ricchezza e gli imprevisti che punteggiano tutte le nostre vite.
Il romanzo è arricchito dal racconto Il suonatore di genis. La mia storia di trombone mancato.

Titolo
Almeno il cappello
ISBN
9788811673231
Autore
Collana
Casa Editrice
GARZANTI
Aree tematiche
Dettagli
416 pagine, Brossura
Prezzo di questa edizione cartacea
12,00€


Goodreads

Qui potrai visualizzare le recensioni di GoodReads.


10 libri per la festa della mamma

Una selezione di titoli da leggere e regalare in occasione della festa…


Capolavori da leggere tutti d’un fiato

Apuleio, Austen, Basile, Gogol’, Marx-Engels, Némirovsky, Ovidio,…


15 libri da leggere prima dell’estate

Le novità in libreria non finiscono mai…


Le letture di primavera 2018

La primavera è arrivata e ha portato con sé la voglia di scoprire…


Letture per la Giornata mondiale della Poesia

Il 21 marzo ricorre la Giornata mondiale della Poesia.


Tutti i romanzi di Clara Sánchez

Clara Sánchez pone il lettore davanti a una realtà dirompente che…


I libri di San Valentino 2018

In vista di san Valentino, la festa che celebra gli innamorati,…


10 libri per il Giorno della Memoria

Il 27 gennaio è il Giorno della Memoria, giornata dedicata al ricordo…


10 libri da leggere nell’anno nuovo

Per ovviare allo stress da rientro dopo la pausa natalizia e allietare…


15 libri da leggere durante le vacanze natalizie

Uno dei momenti migliori per dedicarsi al relax e al piacere della…


I Disastri di Jamie McGuire: la guida definitiva

Jamie McGuire è la regina indiscussa dei disastri amorosi e delle…


Tutti i romanzi di Cristina Caboni

Cristina Caboni è diventata la regina italiana della scrittura…