L'autore

Antonio
Gramsci

Studioso e uomo politico, iscritto al Psi nel 1913. Animatore del settimanale «L’Ordine nuovo» nel 1919-20. Nel gennaio 1921 è uno dei fondatori del Partito comunista e ne diventa segretario nel 1924. Eletto al Parlamento nell’aprile di quell’anno, è arrestato nel novembre 1926, in concomitanza con la messa fuori legge di tutti i partiti d’opposizione da parte del regime fascista. Condannato dal Tribunale speciale a venti anni di detenzione. La sua riflessione di quegli anni è raccolta nei Quaderni del carcere. Muore ancora nella condizione di prigioniero dopo una lunga malattia testimoniata nella raccolta delle Lettere dal carcere.


Fenomeni morbosi

Fenomeni morbosi

A. Gramsci

Prefazione di Donald SassoonIn queste pagine tratte dai Quaderni del carcere (1929-35), Antonio Gramsci individua le cause della…

4,90 €

  • Eventi

  • Per incontrare Antonio Gramsci

Nessun evento disponibile