il libro

Foucault. Il pensiero e l’uomo

Acquista
«È per questo che ho lavorato come un pazzo per tutta la vita. Non mi interessa in alcun modo lo statuto universitario di quello che faccio, perché il problema è la mia trasformazione. Quella trasformazione di sé attraverso il proprio sapere è, credo, qualcosa che assomiglia all’esperienza estetica. Perché un pittore farebbe quello che fa se non fosse trasformato dalla pittura?»
«Mamma, che cosa pensa un pesce?» chiese un giorno alla madre davanti a un vaso in cui nuotavano alcuni pesci rossi. Il pensiero di un pesce, le droghe, la droga, la follia, tutto ciò dimostrava che il nostro modo normale di pensare non era il solo possibile. È così che hanno inizio le vocazioni filosofiche.

Michel Foucault e Paul Veyne. Il filosofo e lo storico. Due grandi pensatori, che hanno combattuto diverse battaglie comuni. Obbligati entrambi a riflettere sul concetto di verità, ma anche pronti a impegnarsi attivamente nell’azione politica. Con Foucault. Il pensiero e l’uomo, Paul Veyne traccia un ritratto profondo e sorprendente dell’amico, per rimettere al centro del dibattito il suo pensiero e le sue convinzioni. Veyne, che l’ha conosciuto e frequentato fin dagli anni dell’adolescenza, disegna un Foucault assai diverso dall’immagine consueta. Non era un diavolo – un demone che corrompeva i giovani, come l’hanno descritto in molti. Inattuale e intempestivo, non era né di destra né di sinistra. Non era un rivoluzionario, anche se non amava certo l’ordine costituito: dunque la destra lo considerava un nemico pubblico, mentre la sinistra ha cercato invano di arruolarlo. Non era neppure uno strutturalista: piuttosto uno scettico che credeva nella realtà dei fatti, un empirista alla Montaigne, che ha continuato a porsi domande sui «giochi di verità», e sui miti e sui luoghi comuni che ogni epoca costruisce e accetta senza neppure rendersene conto. Per lui la filosofia era prima di tutto lavoro critico del pensiero su sé stesso. Veyne spiega anche perché, malgrado questo scetticismo, Foucault si sia impegnato a fondo nell’azione politica. Continuando però ad ammonire: «Non lasciatevi impressionare dal presente, che è già passato quando riuscite a coglierlo; piuttosto siate consapevoli di quello che volete e di quello che rifiutate».

Titolo
Foucault. Il pensiero e l’uomo
ISBN
9788811681229
Autore
Collana
Casa Editrice
GARZANTI
Aree tematiche
Dettagli
200 pagine, Cartonato
Prezzo di questa edizione cartacea
19,00€


Goodreads

Qui potrai visualizzare le recensioni di GoodReads.


10 LIBRI DA LEGGERE IN AUTUNNO

Care lettrici e cari lettori, l'autunno è arrivato portando con sé i…


LE LETTURE PER CELEBRARE DANTE

Nel giorno del 700° anniversario della morte del Sommo Poeta, ecco…


I LIBRI PER COMBATTERE LA SINDROME DA RIENTRO

Le vacanze sono agli sgoccioli e un po' di malinconia è inevitabile,…


LIBRI PER GIOVANI LETTORI RIBELLI

Una lista di libri per viaggiare con la fantasia e scoprire mondi…


I LIBRI DA LEGGERE QUEST’ESTATE

L'estate è arrivata ed è giunto il momento di riempire le valigie…


LIBRI PER LA FESTA DELLA MAMMA

La festa della mamma è alle porte e anche quest'anno abbiamo…


LIBRI DA LEGGERE PER L’EARTH DAY

In occasione della Giornata della Terra, ecco per voi una selezione di…


LE 5 STORIE CHE FANNO STARE BENE IN PRIMAVERA

Cari lettori, abbiamo tutti bisogno di regalarci piccoli momenti di…


21 MARZO: LETTURE PER LA GIORNATA INTERNAZIONALE DELLA POESIA

Il 21 marzo indica l'arrivo della primavera e non solo: è anche la…


I LIBRI PER LA FESTA DEL PAPà

La festa del papà è alle porte ed eccoci con una lista di letture…


8 MARZO: I LIBRI PER LA GIORNATA DELLA DONNA

Una lista di ibri da leggere o regalare alle donne che amate e…


I LIBRI CHE NON PUOI PERDERE CON LO SCONTO DEL -20%

Dal 18 febbraio fino al 19 marzo TUTTO IL CATALOGO GARZANTI in sconto…